La vita di Città è meglio di quella di Campagna

IMG_3024Vi racconto due ore divertenti in quarta elementare, durante una\r\nlezione d’inglese del professore Alfa. L’argomento del giorno era: la vita di città è migliore rispetto aquella del villaggio. La classe è stata divisa in due gruppi, uno di questi pro affermazione, l’altro contrario.Un giudice a placare la chiassosa assemblea, ed un puntuale segna tempo, pronto a far suonare il righello di legno sul banco, allo scadere dei 10 minuti a disposizione di ogni rappresentante. Il gruppo sceglie il portavoce da mandare sulla linea di gesso bianca in cui avviene l’acceso e divertito confronto.

La vita di città è migliore perché si mangiano patate e pollo fritti e\r\nsi beve la coca cola.\r\nNel villaggio si beve il latte che è più nutriente , si mangia l’ugali\r\nche è più buono.\r\nIn città ci si veste bene e le scarpe non sono sporche di fango.\r\n”Come mai le tue scarpe sono sporche e non hanno i lacci?”\r\n”Perché oggi sono venuto al villaggio a trovare voi contadini!”\r\nIn città ci si veste bene e alla moda, mentre al villaggio i vestiti\r\nsono sporchi e strappati.\r\n” Davvero, come mai tu che arrivi dalla città  hai un bel buco sul\r\ndavanti della  maglia?”\r\n”Questo non è un buco, è una tasca per mettere i soldi, noi cittadini\r\nabbiamo molti soldi!”\r\n”Quella è una maglia fatta in Cina e quello è un buco!”\r\nIn città le persone non muoiono.\r\n”Scusami, ma tu vieni da Makambako ( piccola cittadina) o sbaglio? Sei\r\nun orfano o sbaglio?”\r\n”Si, vengo da Makambako, ma non sono orfano, i miei genitori sono\r\nandati via , non sono morti!”\r\n\r\nA fine lezione la città ha vinto sul villaggio, gli abiti, la coca\r\ncola e le scarpe tirate a lucido hanno avuto la meglio sul latte e la\r\ndura terra. Come c’era d’aspettarsi la modernità è l’obiettivo che\r\nlascia indietro la tradizione, la stessa che ha svuotato le nostre\r\ncampagne 40 anni fa,  processo iniziato da qualche anno nell’Africa\r\nche cammina e si muove verso quello che viene chiamato “sviluppo”\r\nQueste, ed altre sul genere sono state le discussioni affrontate nello\r\nshow di una divertente ed istruttiva lezione d’inglese fuori dagli\r\nschemi.\r\n\r\nAlice