SCUOLA = SPERANZA

educazine
“Scelgo la parola SCUOLA perché rappresenta la SPERANZA …e la Scuola di Unewa è per Pangeaun grande segno di SPERANZA”, SPERANZA che una vita più giusta, consapevole, serena, possa aprirsi ai nostri bambini nella loro terra di Tanzania. Nella scuola di Unewa si vive con consapevolezza e serenità, ma con rigore e disciplina, la quotidianità. 6.00 ha inizio la giornata con la sveglia delle “dada”, ci si lava, si indossa la divisa verde e blu, colazione e pronti per la scuola. 7.30 in aula per le lezioni: Kiswahili, inglese, matematica, scienze, geografia, progettazione, storia. 10.00 una pausa per la merenda a base di uji (che è una dolce polentina di cereali) e frutta; una volta alla settimana i bambini ricevono 250cc di latte pastorizzato che viene distribuito dal CEFA, grossa ONG di Bologna. Un po’ di giochi e poi nuovamente in classe fino alle 13. 13.00 pausa pranzo nel grande refettorio, ma prima di mangiare ci si lava le mani, tutti in fila per riempire il piatto, poi la preghiera di ringraziamento…e finalmente si può mangiare; naturalmente i bambini più grandi aiutano i più piccoli. Il menù a rotazione consiste in: polenta (ugali) come base fissa, accompagnata da fagioli e verdura cotta, oppure verdura e uova e frutta; la domenica arriva il pollo. 14.00 dopo il pranzo i bambini giocano nel cortile che un po’ alla volta sta prendendo la fisionomia di un bel giardino circondato da un boschetto di mimose. Si gioca a palla, coi cerchi, a scalone; i più grandi fanno partite di calcio con i loro insegnanti maschi. Gli insegnanti vivono in casette vicine alla scuola, così condividono con i bambini anche il tempo libero; i bambini poi hanno il compito di aiutare le dada e gli insegnanti nel riordinare la propria classe. 14.30 si torna in classe fino alle 16.30. 18.00 cena, e poi…doccia per tutti. Le dada hanno il loro bel da fare, per fortuna i bambini più grandi aiutano i più piccoli. Fatta la doccia e lavati i denti i bambini tornano in refettorio per canti e balli con gli insegnanti, 20.00… LALA SALAMA!! (BUONA NOTTE!!!) Tutti a letto, ciascuno nella propria camerata, sorvegliati dalle dada e da due guardiani che all’esterno controllano 24 ore su 24 la sicurezza della scuola.