Per diventare volontario è necessario partecipare alle riunioni, aiutare l’associazione nella realizzazione dei progetti e versare la quota di iscrizione annuale di 15 euro. Inoltre Pangea programma viaggi in Tanzania per chi è volontario attivo dell’associazione, il quale dovrà provvedere ad ogni spesa necessaria relativa al viaggio stesso (trasporti, vitto e alloggio, spese personali…). A chi desidera cogliere questa opportunità, avvalendosi dei contatti di Pangea e allo scopo di partecipare allo sviluppo dei progetti dell’associazione, è richiesto: 

  • l’impegno a frequentare il nostro gruppo diventando un socio attivo: in questo modo, l’aspirante volontario può capire se è davvero adatto ad affrontare i disagi del viaggio e di una eventuale prolungata permanenza in loco;
  • di presentare un progetto, ovvero di spiegare in maniera approfondita quale può essere il suo contributo e per quale motivo ha scelto di fare questa esperienza;
  • di seguire il nostro corso di preparazione al viaggio: comprendere le problematiche sociali, sanitarie, relazionali che caratterizzano l’Africa non è sempre facile. È per questo che il contatto con chi ha già vissuto queste esperienze risulta molto utile sia per il volontario sia per l’associazione stessa che deve poter contare su di lui per il proseguimento ottimale dei progetti;
  • di sottoscrivere lo Statuto;
  • di sottoscrivere la liberatoria;
  • di fare un’assicurazione sanitaria che copra la permanenza in Tanzania;
  • di aiutare l’associazione anche dopo l’esperienza in Tanzania